Mar 10 2013

La volpe dei Sibillini. Marzo 2013.

Published by at 12:36 pm under Animalismo,Photography,Stories

Tutti abbiamo dei desideri, alcuni restano tali, altri diventano realtà. Uno dei miei è diventato realtà quando, qualche giorno fa, ho visto una volpe lungo la strada e sono riuscito a farla mangiare dalla mia mano.

Solo un po’ di anni fa, all’alba sul Col du Mont Cenis, mi era successo di avere un incontro così ravvicinato. Solo che allora la volpe, dopo aver guardato me e Chiara per qualche istante, scappò via senza lasciarci il tempo di realizzare quello che era successo.

Stavolta la volpe è lì, mi fissa. La guardo, la ammiro e ho addirittura il tempo di raggiungere la fotocamera. Scatto una prima foto. Si direbbe quasi che le piaccia: si mette in mostra, china la testa per esaltare il suo lato migliore, oppure semplicemente aspetta? Non deve essere la prima volta che incontra l’animale “uomo” e sa che, quando c’è lui, c’è anche cibo.

Vulpes vulpes (Linnaeus, 1758). Forca di Gualdo, Monti Sibillini.


So che non dovrei, ma non resisto; in fondo è inverno, non sarà il mio piccolo aiuto a farle del male. Così, lentamente, scendo dall’auto con in mano qualche biscotto. Per la prima volta la volpe si agita, arretra di qualche passo, ma non appena mi fermo si riavvicina subito. Le lancio un biscotto. Senza neanche pensarci, si avvicina e inizia a masticare. Prendo un secondo biscotto, ma questa volta lo tengo in mano facendo attenzione a proteggermi le dita. All’inizio esita…ma la volpetta è temeraria e si decide. Si avvicina alla mia mano, si blocca a poca distanza, aspetta un istante e poi via, con un guizzo si lancia contro la mia mano prendendosi il biscotto.

Non solo ho incontrato un animale selvatico, ma ho anche interagito con lui; mi sento felice, privilegiato. Incontrare animali nel loro habitat è un’esperienza fantastica, soprattutto in una paese come il nostro, fortemente antropizzato. Per fortuna gli animali si adeguano e, sebbene spesso a caro prezzo, riescono a sopravvivere anche vivendo vicini a noi.

Vulpes vulpes (Linnaeus, 1758). Forca di Gualdo, Monti Sibillini.

L’incontro ravvicinato. Foto: Jonathan Trizzino.

Scialpinisti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Cerchi attrezzatura per le tue attività outdoor?

Innde BF Mountainshop Viale Somalia, 65 – Roma.

No responses yet

Comments RSS

Leave a Reply