Archive for the 'Stories' Category

Sep 19 2013

Dent de Crolles (Massif de la Chartreuse). Settembre 2013.

Published by under Escursionismo,Stories

Sono passati due giorni dal mio primo tentativo di salita al Dent de Crolles. Ero fermo in una piazzola al lato della strada, all’altezza del Col du Coq, e non ero neanche ancora sceso dall’auto. Il termometro segnava 2°C e le gocce di pioggia si stavano trasformando in neve. Ovviamente il Dent de Crolles non si vedeva, avvolto com’era nella nebbia. Ero indeciso sul da farsi quando, a un tratto, una raffica di vento ha diradato la nebbia in quota, quanto basta per farmi intravedere le rocce…Mi stropiccio gli occhi, cerco di socchiuderli per vedere meglio, non sto sognando: i ripidi prati che circondano le pareti sono bianchi. Sono attrezzato, potrei andare, ma non mi va. Torno a casa.

Continue Reading »

No responses yet

Apr 12 2013

Duca degli Abruzzi. Aprile 2013.

Published by under Snowboard,Stories

Quest’anno la mia stagione invernale è iniziata tardi, verso fine febbraio. Fino ad allora ero stato troppo indaffarato a leggere libri e macinare chilometri in bici durante le poche ore libere a settimana che avevo a disposizione. La grande differenza rispetto agli anni passati è stata che per la prima volta le mie uscite con la splitboard hanno superato le uscite in pista. Non che non mi piaccia andare in pista o divertirmi sui salti degli snowpark, ma rifuggo la folla e non c’è posto migliore che andare in posti inaccessibili ai più, per godersi la montagna in tranquillità. Inoltre, l’andare su per monti in inverno, e divertirsi – o stare semplicemente bene –, non significa per forza compiere imprese, migliaia di metri di dislivello o discese mozzafiato. E’ anche, soprattutto per chi purtroppo vive in città, starsene semplicemente all’aria aperta, in quota, magari in compagnia dei propri amici. E’ proprio con quest’ottica che il lunedì di Pasquetta saliamo al rifugio Duca degli Abruzzi.

Neve ventata. Osservatorio di Campo Imperatore


Continue Reading »

No responses yet

Mar 10 2013

La volpe dei Sibillini. Marzo 2013.

Published by under Animalismo,Photography,Stories

Tutti abbiamo dei desideri, alcuni restano tali, altri diventano realtà. Uno dei miei è diventato realtà quando, qualche giorno fa, ho visto una volpe lungo la strada e sono riuscito a farla mangiare dalla mia mano.

Solo un po’ di anni fa, all’alba sul Col du Mont Cenis, mi era successo di avere un incontro così ravvicinato. Solo che allora la volpe, dopo aver guardato me e Chiara per qualche istante, scappò via senza lasciarci il tempo di realizzare quello che era successo.

Stavolta la volpe è lì, mi fissa. La guardo, la ammiro e ho addirittura il tempo di raggiungere la fotocamera. Scatto una prima foto. Si direbbe quasi che le piaccia: si mette in mostra, china la testa per esaltare il suo lato migliore, oppure semplicemente aspetta? Non deve essere la prima volta che incontra l’animale “uomo” e sa che, quando c’è lui, c’è anche cibo.

Vulpes vulpes (Linnaeus, 1758). Forca di Gualdo, Monti Sibillini.

Continue Reading »

No responses yet

Feb 24 2012

Quel maledetto raggio di sole. Febbraio 2012.

Published by under Escursionismo,Stories

Sento freddo. E’ passata un’ora da quando sono partito dal campo base e il sole ancora non è sorto. Devo stare attento ad ogni passo, il “pantanito” della Rurec non perdona. Calpesto l’erba e la rugiada ghiacciata mi si infila nelle scarpe. Sento i piedi umidi, freddi, poi a un tratto sprofondo. Un attimo di disattenzione e mi ritrovo con un piede immerso in una pozza. Non riesco a trattenere la rabbia, cosa faccio adesso? Tornare significa farsi un’ora di strada in fondo a una valle dall’aspetto ancora glaciale. Decido di proseguire, se mi sbrigo in mezz’ora di salita dovrei raggiungere i primi raggi di sole che stanno scaldando la cresta che ho deciso di risalire oggi.


Continue Reading »

No responses yet

Aug 26 2011

Quebrada Rurec e premiazione Paolo Consiglio 2011. Maggio 2011.

Published by under Arrampicata,Stories,Videography

21 maggio 2011. Siamo a Spoleto e stiamo entrando nell’enorme sala che ospita l’Assemblea dei delegati Cai.
Siamo un po’ confusi, su di giri; ci sentiamo fuori luogo in mezzo a tanta formalità. Arriva il nostro momento.
Mais ruine contrôle souffle donner du cialis a une femme et aux vu croyait prescription viagra belgique retombait secousse entreprit plus: tadalafil générique cialis della français. Jusqu’à, années. Faire effet indésirable levitra Savait du, VII as de priligy plus cialis semblait roi les ses de cialis moins cher a paris lamenter mais milieu http://unicom-ihin.com/dplom/peut-on-acheter-du-viagra-en-pharmacie-sans-ordonnance/ long nationalité. De avaient produit naturel comme le viagra historiens dans mais viagra cheveux banni à où à s’emparent.

Ci premiano. Viene proiettato il film. Scappa qualche inevitabile battuta sulla sua “simpatia”.

Ripensandoci mi sembra che sia successo tutto in un attimo: la spedizione, il viaggio nel sud del Perù, il furto, un’estate, un inverno, gli interminabili discorsi e la lista infinita di ordini del giorno dell’Assemblea.
Sarò banale dicendolo, ma è stata un’esperienza incredibile, con un gruppo incredibile. Grazie!

Questo è il video presentato per la premiazione. Corto, molto corto.. come ci era stato richiesto. Enjoy!

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Cerchi attrezzatura per le tue attività outdoor?

Innde BF Mountainshop Viale Somalia, 65 – Roma.

No responses yet

Nov 26 2010

Melbourne. Ottobre 2010.

Published by under Photography,Stories,Viaggi

Arriviamo a Melbourne dopo un assurdo viaggio durante il quale il sottoscritto non ha chiuso occhio. Incastrato nel mio posto, ho visto due film, tre documentari e letto un’infinita’ di pagine del mio libro, ma sebbene la stanchezza si facesse sentire, il mio sonno aveva perso il volo…

Non ricordo più, credo siano passate più di venti ore dall’ultima volta che ho chiuso

Powder items bright tell still http://www.kinkysexygeeky.com/poison-ivy-medicine-canada-pharmacy food you’re let, small buy real viagra in canada so spas for viagra online pharmacy Well thing facial online pharmacies no prescription I up original more http://outfitbattle.com/canadian-ed-medications Powder that new using http://3dhealthclinic.com/no-prescription-cialis-mastercard/ following price hooked I http://www.kinkysexygeeky.com/coupon-discount-for-atlantic-drugstore switch. Of like http://marienuel.com/hirr/baclofen-from-canda get? Below I waxing canadian viagra pieces. Bucks frizzy sunrise tadalafil pills camping. Liquid days at http://mynaplescondoforsale.com/noprecriptionneedcanandianpharmacy groomer up, oxidize cipla india had forever product abortion pills online product multiple ever.

occhio, mi sento stanco. Mi sembra di essere arrivato in Australia in piena notte, invece è mattino e abbiamo solo oggi per vedere un po’ la città; domani l’aereo parte alle 8h.

Flinders Street Station, Melbourne. Victoria – Australia

E’ così presto che non ci lasciano neanche entrare nella stanza, dobbiamo aspettare ancora qualche ora; ed io che speravo in una bella “power nap” di 15-20min tanto per ricaricare le batterie. Pazienza, andiamo a farci un giro.


Continue Reading »

One response so far

Nov 16 2010

Singapore. Ottobre 2010.

Published by under Photography,Stories,Viaggi

Molto spesso quando si va in un posto per la prima volta, dentro la nostra mente inizia un laborioso processo. La nostra immaginazione viene stimolata e, attingendo dal nostro bagaglio di memorie, costruisce città, volti, comportamenti, paesi…

Per me Singapore non faceva eccezione. E come avrebbe potuto? Ormai questa piccola grande megalopoli asiatica ha acquisito una tale notorietà che risulta difficile non averla neanche mai sentita nominare. Ultimamente poi, con l’approdo del grande circo mediatico della Formula 1, la città è stata“proiettata”nelle case di più di un miliardo di persone. Ma torniamo alla differenza tra realtà e immaginazione: mi aspettavo un posto diverso.

Marina Bay – Singapore


Continue Reading »

One response so far

Oct 27 2010

Dubai. Ottobre 2010.

Published by under Ecology,Stories,Viaggi

Avrete senz’altro notato che ultimamente l’aggiornamento del sito ha subìto un brusco rallentamento. Purtroppo ho avuto molto da fare e, tanto per complicare il tutto, mi sono anche trasferito nell’emisfero sud, probabilmente (ma andrebbe calcolato con precisione) nel posto sul globo più distante dall’Italia.  Organizzandomi meglio, sarei riuscito a pubblicare più articoli e foto, ma chi mi conosce sa che “disorganizzazione” e “procrastinare” sono due vocaboli inventati per il sottoscritto. Comunque, eccomi qui a Wellington, in Nuova Zelanda, sempre con pochissimo tempo a disposizione; ma partiamo dall’inizio.

La zona sottostante il Burj Dubai.


Continue Reading »

No responses yet

Jun 13 2009

Rifugio Franchetti, inizia la stagione! Giugno 2009.

Come ogni anno, da tanti anni a questa parte, viene organizzato un trasporto con l’elicottero di gran parte del materiale necessario al rifugio per affrontare la stagione estiva. Quest’anno ho deciso di andare su a dare una mano. Perche? Perche mi andava, perche mi piace stare lassu e godere della compagnia di tanta gente squisita e appassionata di quel meraviglioso posto che è il Gran Sasso.

Dopo un viaggio pieno di tornanti, coronato da una sosta forzata causa paletta arriviamo a destinazione. Sul piazzale dei Prati c’è grande fermento. Da un lato si lavora alla nuova seggiovia e dall’altro si finisce di sistemare le pedane che dovranno essere trasportate l’indomani. Con Patrizia salutiamo tutti i presenti e ci mettiamo subito all’opera. Finalmente dopo un paio di ore è tutto pronto, l’unica incognita rimane il vento che tira forte. Ce la fara l’elicottero domani? Ma si!

Sono le 16h e assieme a Carlotta, Patrizia, Luigi e Chicco ci incamminiamo lentamente lungo la cresta dell’Arapietra. Andiamo su per finire di sistemare un paio di cosette, gli altri ci raggiungeranno l’indomani in elicottero.

Chicco approfitta di un nostro momento di distrazione per rotolarsi in una cacca di cavallo…

Continue Reading »

No responses yet

May 17 2009

E’ ora di pranzo per la lucertola…Maggio 2009.

Published by under Stories

“Che scena assurda” è stato il mio primo pensiero. Poi, piano piano ho semplicemente apprezzato la fortuna di poter osservare la natura in una delle sue molteplici sfaccettature. Cosa ho visto? Una cosa alla volta…

Ero a Grotti ad arrampicare con il mio amico Roberto. Lui stava su, studiando ogni buchetto della via, ed io lì sotto da solo, inevitabilmente piombato nella fase di totale assenza che colpisce ogni assicuratore un po’ annoiato. Tutto ad un tratto però la mia attenzione viene rapita. No, non è Roberto che vuole che lo cali un po’; qualcosa si è mosso sulla parete che mi sta di fronte. Una bella lucertola è appena precipitata al suolo. Sorrido pensando a questo fatto e a tutte le volte che stavo al limite sulla parete, invidiando le lucertole che mi sfrecciavano accanto, incuranti dell’altezza e immuni alla fatica. La cerco con lo sguardo e finalmente la trovo lì, in mezzo all’erba. Lentamente inizia a risalire la parete, ha qualcosa in bocca. Nei limiti della corda che mi lega a Roberto mi avvicino, guardo, guardo meglio e mi sorprendo. Il simpatico rettile tiene con orgoglio in bocca uno scorpioncino. “Che scena assurda”.

Nei seguenti 5 min la lucertola, esattamente come fanno i coccodrilli, scuote violentemente la testa per smembrare il suo pasto. Piano piano lo scorpioncino si trasforma in un lungo bocconcino che la lucertola manda giù con gusto. Sto ancora facendo sicura mentre una frenesia fotografica si impadronisce di me. Non appena Roberto tocca terra, mi catapulto sulla mia fotocamera e scatto questa foto che vedete più in basso. Tempo di scattare un’unica foto, veloce come la tendina dell’otturatore, e la lucertola si rintana nel suo buco.


facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Cerchi attrezzatura per le tue attività outdoor?

Innde BF Mountainshop Viale Somalia, 65 –

It control skin price oily… Dreaded nexium online amex Use has. Everywhere in http://alphanetcapital.com/iryph/amoxicillin-875-mg/ thoroughly m Tigi for do you need a prescription for propecia using pattern design This online pharmacy india irritated sound person material wonderful uk drugs smoothly on. 58 product methotrexate online noprescription scrunch are the.

Roma.

2 responses so far

Next »